Il plastico ferroviario: Varzallo

Nel mese di novembre 2011 ho iniziato la costruzione di un nuovo  plastico ferroviario, immaginando di ambientarlo in una zona verde e pianeggiante e con rotabili di epoca V-VI(attuale). Una ipotetica ubicazione geografica si puo' immaginare  nel nord est Italiano, dove transitano convogli italiani, austriaci, svizzeri e tedeschi. Ho dato alla stazione il nome di fantasia "Varzallo", paesino ridente in una zona altamente turistica con Albergo, campo da tennis, laghetto e sentieri per le passeggiate nella folta pineta. Non mancano di certo a Varzallo le attivita' commerciali, infatti possiamo vedere un grosso scalo industriale  a tre binari con una  raffineria che da lavoro a molti abitanti. Ho voluto creare una stazione molto importante, in quanto il turismo proprio non manca a Varzallo!
Il plastico si compone di tre circuiti separati, i due esterni in analogico, e quello interno,con il grosso scalo ferroviario, e' alimentato con il sistema digitale. In totale posso avere sul plastico 5 convogli nel circuito interno digitale ( che viaggiano alternativamente) e due sui circuiti esterni. Quindi quando ho tutto in funzione ho un buon movimento rotabili in contemporanea. Ho usato per comodita' i binari Roco Geoline con massicciata.

 

Fotogallery: Plastico ferroviario Varzallo (fasi della costruzione)

Fotogallery: Plastico ferroviario "Varzallo"